Caratteristiche fisiche e organiche

  • peso del frutto non inferiore a 95 g
  • percentuale di polpa non inferiore al 60% del peso fresco dell'intero frutto
  • i frutti devono essere esenti da malformazioni
  • grado rifrattometrico non inferiore al 13%
  • profumo delicato, ma solo quando viene sbucciato
  • buccia consistente ma tenera, color rosso-bruno, coperta di spine sottilissime (i frutti in vendita di solito ne sono già privi)
  • polpa succosa dai semi piccoli e legnosi, piuttosto duri
  • sapore dolciastro
  • Ficodindia dell’Etna

    La denominazione d’origine “Ficodindia dell’Etna” si riferisce alle cultivar della Opuntia ficus-indica. La pianta, a crescita molto rapida, può raggiungere i 3-5 metri di altezza. Le radici sono generate dalle foglie carnose (pale) che si sovrappongono, dando vita alla caratteristica forma di albero senza tronco e senza rami che la contraddistingue. Il prodotto finito è un frutto di forma ovoidale appartenenti a tre varietà:

    • Sulfarina o Nostrale: a polpa gialla, consistente e saporita
    • Sanguigna: a polpa rossa, succosa e dal gusto corposo
    • Muscaredda o Sciannarina: a polpa bianca, dal sapore particolarmente delicato

    La polpa è caratterizzata dalla presenza di un gran numero di semi. E’ ammessa una percentuale non superiore al 5% di altri ecotipi. Sono considerate varianti di pregio le selezioni Trunzara o Pannittera, delle cultivar bianca, rossa e gialla. I frutti vengono distinti secondo il periodo di maturazione in “Agostani” o “Latini” (primo fiore) e “Scozzolati” (seconda fioritura). I frutti vengono immessi sul mercato dopo essere stati sottoposti a “despinatura”, particolare lavorazione che consente di eliminare le numerose spine presenti sulla parte esterna dei frutti.

     

    Zone di produzione

    Comuni di Bronte, Adrano, Biancavilla, Santa Maria di Licodia, Ragalna, Camporotondo, Belpasso e Paternò, in provincia di Catania

    Maturazione

    La raccolta dei primi frutti è effettuata ad agosto e quella dei tardivi può protrarsi fino a tutto novembre.

    Effetti benefici sulla salute

    Il ficodindia è un frutto ricco di proprietà terapeutiche e medicinali, tanto da essere ribattezzato in diversi Paesi "frutto della salute". L'alto contenuto in fibre, sali minerali, vitamine (soprattutto C e A), calcio e ferro, ne fanno un frutto dalle eccellenti caratteristiche organolettiche, indicato per la cura di diverse disfunzioni dell'organismo umano. Contiene poche calorie e viene consigliato nelle diete alimentari come integratore nella dieta mediterranea. Al frutto del ficodindia, da tempo, sono attribuite diverse azioni terapeutiche, tra queste un'azione depurativa facilitando la diuresi e l'espulsione dei calcoli renali. Il ficodindia mostra, poi, un effetto benefico negli individui con alto tasso di colesterolo nel sangue e nei diabetici attenuandone l'ipoglicemia. Con riferimento all'efficacia dei preparati che lo contengono, la medicina ufficiale ha provato la presenza di alcuni principi attivi. Le mucillagini dei cladodi hanno azione emolliente, decongestionante e idratante e ciò spiega il loro impiego nel trattamento di ferite superficiali, ulcere, infiammazioni e nella dermocosmesi.

    Il consorzio

    OP Consorzio Euroagrumi
    Via Cristoforo Colombo, 124
    95033 Biancavilla (CT)
    Tel./Fax 0955.183839
    E-mail: euro@euroagrumi.it
    Sito web: www.euroagrumi.it