Caratteristiche fisiche e organiche

Tarocco
  • polpa giallo-arancio, con pigmentazioni rossastre più o meno intense a seconda del momento di raccolta
  • forma sferica tendente all’ovoidale
  • collare o “muso”, più o meno prominente
  • buccia giallo-arancio, arrossata su metà della superficie
  • assenza di semi

  • Moro
  • polpa interamente rossa
  • forma sferica tendente all’ovoidale
  • buccia arancione con sfumature rosso vinose
  • sapore gradevole e leggermente acidulo
  • assenza di semi

  • Sanguinello
  • polpa arancione con numerose screziature sanguigne, molto succosa e dal sapore eccellente
  • forma oblunga o sferica
  • buccia arancio intenso con sfumature rosse
  • assenza quasi totale di semi
  • Arancia rossa di Sicilia

    L’arancia rossa rientra fra le prime produzioni tipiche tutelate a livello nazionale. Viene prodotta in tre varietà:

    • Tarocco: si pensa nasca da una mutazione gemmaria del comune Sanguinello scoperta in un agrumeto di Francofonte tra Ottocento e Novecento
    • Moro: originaria della zona di Lentini e ora diffusa nelle aree di Catania e Siracusa
    • Sanguinello: presente da lungo tempo nelle aree arancicole delle province di Catania e Siracusa

    Zone di produzione

    Provincia di Catania: Comuni di Catania, Adrano, Belpasso, Biancavilla, Caltagirone, Castel di Judica, Grammichele, Licodia Eubea, Mazzarrone, Militello Val di Catania, Mineo, Misterbianco, Motta Sant'Anastasia, Palagonia, Paternò, Ramacca, Santa Maria di Licodia, Scordia e Randazzo limitatamente all'area detta "isola di Spanò".
    Provincia di Siracusa: Comuni di Lentini, Francofonte, Carlentini, Buccheri, Melilli, Augusta, Priolo, Siracusa, Floridia, Solarino, Sortino e Noto. Provincia di Enna: Comuni di Centuripe, Regalbuto, Catenanuova e Troina limitatamente all'area detta "Cugno di Troina".
    Provincia di Ragusa: Comuni di Acate, Comiso, Chiaramonte e Vittoria.

    Maturazione

    Tarocco: la maturazione nei terreni in collina e meglio esposti inizia a metà di dicembre e termina, nelle aree tardive, verso metà maggio.
    Moro: questa cultivar è la prima a maturare tra le arance rosse. E’ possibile gustarla dai primi di dicembre a metà marzo.
    Sanguinello: insieme al Sanguinello moscato, è la più importante cultivar italiana di media stagione. La maturazione inizia infatti a febbraio ma il grosso della raccolta avviene tra marzo e aprile.
    In generale l’Arancia rossa di Sicilia è disponibile sul mercato da ottobre a giugno.

    Effetti benefici sulla salute

    Uno dei fattori caratterizzanti del valore nutrizionale dell’arancia è da ascrivere all’elevato contenuto di vitamina C che in media oscilla intorno a 50 mg per 100 centimetri cubici di succo, fino ad arrivare a 90 mg/100 ml di succo nel Tarocco. Ciò che distingue le arance siciliane (a pigmentazione rossa) è l’elevata quantità di antocianine, sostanze che conferiscono al frutto il tipico colore rosso, in grado di esercitare una energica azione antiossidante. E’ utile introdurre le arance nella propria alimentazione perché hanno proprietà dietetiche, cosmetiche e curative. La vitamina C, oltre ad avere una funzione antiscorbutica e antinfluenzale, svolge un’azione antiartritica, disintossicante, digestiva, protettiva dei vasi sanguigni, antiemorragica e diuretica. Alcuni studi suggeriscono, inoltre, una possibile attività antitumorale. L’arancia viene utilizzata anche nel settore cosmetico che usa la sua scorza per la proprietà antirughe, oltre che per il profumo. Il settore farmacologico ne sfrutta le capacità digestive, acidanti e antiossidanti.

    Il consorzio

    Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia
    Via San Giuseppe La Rena, 30
    95129 Catania
    Tel./Fax 095.7232990
    E-mail: aranciarossadisicilia@virgilio.it
    Sito web: www.aranciarossadisiciliaigp.it